“Sono James, ho 17 anni e credo di essere psicopatico…” inizia con questa frase la piccola perla delle serie tv prodotte da Netflix, basata sui popolari fumetti di Charles Forsman.  Diretta da Jonathan Entwistle e  Lucy Tcherniak, sceneggiata da Charlie Covell, si fa portavoce di un nuovo genere che sta prendendo piede nel mondo della tv : lo young adult.

(Young adult come altre serie di cui vi parlerò prossimamente : Stranger Things, Dark, 13, The OA)

The End of the F***ing World

(in foto Jessica Barden e Alex Lawther)

 

Scura, intrigante, tesa e agghiacciante,  attraversata da momenti di assurdità e umorismo . Capita raramente (qui in Italia non capita mai) di vedere una produzione così originale, fuori dagli schemi e poco conciliante nei confronti delle convenzioni formali e delle aspettative degli spettatori. In sostanza è una storia che ti fa sperare che il mondo finisca veramente, come quando hai 18 anni e ogni problema è la fine del mondo.  Una cosa sicuramente vorresti però che non finisca:  la favola atipica e straordinaria di James e Alyssa. Purtroppo però, il fumetto, dura esattamente quanto la prima stagione, non sono previsti sequel ma, chissà che dopo tutto il successo riscosso non decidano il contrario? Io stringerò le dita fino ad allora.

DA VEDERE ASSOLUTAMENTE

Voto: 8

TRAILER ITA HD:  https://www.youtube.com/watch?v=L50fd2KED8A

guarda su Netflix : https://www.netflix.com/it/title/80175722

 

Annunci