Partiamo dal presupposto che le Biopic non le amo in particolar modo. Sono più per un cinema totale, frutto interamente della mente e dei sentimenti dei suoi autori. Però “The Post” ha tre icone senza tempo, premiati e osannati dal mondo intero: Steven Spielberg, Thom Hanks e Meeryl Streep.

Basterebbe solamente fare uno dei loro nomi per dare garanzia a qualsiasi progetto audiovisivo. Il film narra la vicenda della pubblicazione dei Pentagon Papers, documenti top secret del dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America, prima sul The New York Times e poi sul The Washington Post nel 1971.

__5a1ca2f724ee6.jpg

Nell’era delle “fake news” SPIELBERG (permettetemelo, un nome del genere va scritto tutto in maiuscolo) decide di dirigere un thriller giornalistico. Proprio nell’ America di Trump, ostile a qualsiasi organo di stampa che la pensi diversamente da lui, come in quella parte del web per la quale una notizia vale l’altra, vera o falsa che sia.

CONSIGLIATISSIMO

VOTO: 7

Annunci