(ANSA) – NEW YORK, 06 FEB – Uma Thurman non ce l’ha con Quentin Tarantino per l’incidente d’auto sul set messicano di Kill Bill di cui il 4 febbraio ha postato un video a corredo alle accuse ad Harvey Weinstein di averla aggredita sessualmente. In un post su Instagram la diva parla di “negligenza criminale, ma non di malizia” da parte del regista che l’aveva costretta a guidare una decappottabile danneggiata nonostante le sue obiezioni. Tarantino “rimane pieno di rimorsi per questo triste incidente. Anni dopo mi ha dato il filmato perche’ potessi renderlo noto anche se probabilmente e’ il tipo di cosa per cui non potrò mai ricevere giustizia. Lo ha fatto con la piena consapevolezza che poteva uscirne male”. L’attrice si dice orgogliosa per il coraggio dimostrato da Tarantino. E’ con altri che continua ad avercela a morte: “La colpa e’ dei produttori Lawrence Bender, E. Bennett Walsh e Weinstein: hanno mentito, distrutto le prove e continuano a mentire per il danno permanente creato e che hanno cercato di nascondere”.

E nel frattempo Asia Argento dice la sua :

asia argento

Annunci