“Gone girl” o la moglie che visse due volte.

 

Noi non siamo noi stessi quando siamo innamorati e quando diventiamo noi stessi ‐ Sorpresa! ‐ Siamo avvelenati. Noi ci completiamo l’un l’altro nel più detestabile, peggiore modo possibile.

01_gone-girl.w750.h560.2x

Trasferirsi da New York in una cittadina del Missouri, Nick e la moglie Amy stanno attraversando un periodo difficile, con un matrimonio in crisi per via delle difficoltà della donna ad abituarsi alla nuova esistenza. Il giorno del quinto anniversario di nozze, Amy sparisce e il primo ad essere sospettato della sua scomparsa è Nick. Ma la realtà è ben diversa da come appare a prima vista. Dal romanzo di Flynn, Fincher racconta una storia d’amore Hitchockiana, una donna che visse due volte che s’emancipa con acume strategico e senza scrupolo alcuno dallo sguardo maschile. Un meccanismo di tensione a orologeria, un gioco esaltante con lo spettatore. Fincher prende la storia di una coppia, le storie che la compongono, e le intreccia ulteriormente dopo averle frantumate, complicandone la struttura, sovrapponendo spazi e tempi perché gli unici spazi e tempi realmente percepibili sono quelli della narrazione: di sé, di un amore, di un crimine o di un film.
Così facendo disseziona identità che da singolari si fanno collettive, favorendo l’aderenza dei frammenti di Nick e Amy con quelli di noi spettatori, che in questo modo ci vediamo rispecchiati, noi e le nostre vite e i nostri amori e i nostri peccati, in una galleria di specchi che restituisce la confusione complessa del reale quanto più la distorce con gli strumenti del racconto.

 

DA VEDERE ASSOLUTAMENTE

VOTO 8,5

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...