La qualità c’ha rotto er cazzo, un’altra televisione non è possibile. Viva la merda!

Boris è una serie tv, dalla quale hanno prodotto un film omonimo, firmata da Ciarrapico, Torre e Vendruscolo che analizza causticamente il mondo delle fiction su Rai e MediasetFrancesco Pannofino è perfetto nel dar vita al regista esaurito (Renè Ferretti) de Gli occhi del cuore. Le sue facce da pazzo, i suoi Dai Dai Dai! e le sue esortazioni a lanciare le battute a cazzo di cane sono entrate nel lessico comune. L’importante per lui è arrivare a fine giornata e fare tutto quello che c’è sul tabellino di marcia, esortato dalla segretaria Itala e dall’assistente Arianna. Durante la serie ci prova pure a mettere un po’ di qualità nel suo lavoro, ma poi è costretto a dire:

viva-la-merda.gif

Indimenticabile la sigla, firmata da Elio e le storie tese, in cui vengono presentati tutti i personaggi della serie e pure Boris, il pesce rosso che René Ferretti si porta sempre dietro come portafortuna per girare l’orribile fiction Gli occhi del cuore. Grazie a questa serie conosciamo ruoli come la segretaria di produzione o lo stagista schiavo, e abbiamo potuto ridere amaramente del malcostume di certe serie italiane e delle attrici cagne che le interpretano.

boris-cast-1024x683.jpg

Indimenticabile anche Stanis La Rochelle l’attore borioso e tronfio, bambinone, che non si accorge di stare lavorando in una fiction di merda e che crede davvero di valere qualcosa. La sua controparte, Corinna è una raccomandata di ferro messa lì solo perché si è lavorata bene le alte sfere. Non sa recitare, è antipatica e non ha neppure una grande stima di se stessa. Sono le star di Gli occhi del cuore, la fiction che non esiste, ispirata a anni e anni di fiction orribili. (Gabriel Garko e Manuela Arcuri, anyone?)

28190900_10214632626551503_847490160_n.jpg

Tra gli indimenticabili: Biascica che adora Totti e che reclama il diritto alla bestemmia sul set. Il suo stagista è Lorenzo, ma lui lo ribattezza subito con un colorito soprannome: Merda. Lo sevizia in ogni modo possibile e quando Lorenzo passa di grado e diventa operatore, Biascica ha una crisi d’identità. Tenta sempre di farsi pagare gli straordinari di un’altra fiction, Libeccio, senza alcun esito.

085.jpg

Boris ha avuto così tanti consensi da attirare i grandi nomi dello spettacolo che hanno fatto a gara per accaparrarsi un cameo. Tra questi: Paolo Sorrentino, Roberto Herlitzka, Marco Giallini, Giorgio Tirabassi e pure un cameo di Laura Morante, per non farsi mancare nulla. Tutti personaggi fantastici, a parte Sorrentino che interpreta se stesso, nel tentativo di salvare un’attrice dal set infame di Medical Dimension.

tumblr_l0hjugYc2q1qzqfm9o1_500.jpg

Insomma, per farla breve, è una serie stupenda, non perdetevela!

 

DA VEDERE ASSOLUTAMENTE

VOTO 9

Annunci