In un’intervista con AVC, Gilligan ha rilasciato dettagli che preannunciano l’andamento narrativo che avrà la quarta stagione di Better Call Saul, alludendo ai toni sempre più cupi che lo avvicineranno definitivamente a Breaking Bad, e stuzzicando l’idea che Walter possa essere annunciato durante il corso della stagione, ma cita anche il personaggio di Chuck.

Durante l’intervista, infatti, discutendo dei premi ricevuti dal cast e della qualità delle loro prestazioni, quella di Michael McKean viene citata al tempo passato, e Gilligan lascia intendere che forse abbiamo visto l’ultima performance di Chuck McGill da vivo.

Come ogni fan di Breaking Bad o di Better Call Saul sa, la nostra forma di narrazione è cronologicamente elastica, rendendo possibile la rappresentazione dei personaggi, morti nel tempo presente del racconto, durante dei flashback. Probabilmente, questo è il modo in cui potremo vedere Charles durante il resto della serie, perché, pensaci, abbiamo mai mostrato qualcuno che sta per morire alla fine di una stagione, comparire vivo all’inizio di quella successiva? Non lo facciamo mai, quindi, tira pure le tue conclusioni.

Parlando invece di Giancarlo Esposito, AVC pone una serie di domande alle quali Gilligan risponde arrivando, addirittura, ad annunciare il ritorno di Heisenberg.

Le aspettative sono altissime già da tempo, sopratutto perché la quarta stagione ha tardato a partire a causa dell’assenza di una sceneggiatura soddisfacente. Le riprese sono comunque iniziate in anticipo e forse, senza sperarci troppo, Netflix rilascerà gli episodi già nel 2018.

Annunci