Abdullah Asif, fattorino per la Regal Pizza, viene ucciso nella periferia londinese dopo una consegna. La cliente, e testimone-chiave dell’accaduto, è Karen Mars, ex-moglie del parlamentare David Mars, attualmente ministro ombra dei trasporti. Il caso viene assegnato alla poliziotta Kip Glaspie, recentemente promossa, e lei si rende presto conto di avere a che fare con un vero e proprio complotto, al quale si interessano il governo, le forze armate e persino i servizi segreti. A complicare ulteriormente l’indagine è la condizione legale di un’altra testimone, Linh Xuan Huy, costretta a mentire sulla propria identità poiché il suo permesso di soggiorno è scaduto…

collateral

Se Collateral sia un ritratto accurato di ciò che accade nel tragico presente o se voglia mostrare quali possano essere le conseguenze di un certo comportamento sociale, sta forse negli occhi di guarda, ma poco importa quando l’esecuzione è poi così ben riuscita. La sua protagonista brilla di luce propria nei panni di Kip, una detective incinta, ex campionessa di salto con l’asta che ha abbandonato lo sport in seguito a un brutto incidente. Due dettagli che, come ogni altra cosa nello show, sono più importanti di quello che sembrano.

 

Disponibile su Netflix, la nuova miniserie della BBC scritta da David Hare e interpretata da Carey Mulligan è un ritratto amaro e coinvolgente del Regno Unito di oggi, visto attraverso un’indagine per omicidio e un misterioso complotto.

 

CONSIGLIATA

VOTO 8

 

Annunci