Quentin Tarantino oggi compie 55 anni, mi sembra doveroso, prima di tutto ringraziarlo per i capolavori che ci ha regalato e ci continua a regalare e, ripercorrere insieme la sua immensa carriera.
foto1-1
Quentin a sedici anni interrompe gli studi e va a lavorare come commesso in un negozio di videocassette in California. Non ha mai frequentato corsi di cinematografia e la sua scuola è stata il cinema stesso, quello di Sergio Leone, di Jean-Luc Godard, e di Brian De Palma. Inizia a scrivere sceneggiature proprio durante le ore di lavoro al videoshop, insieme al suo amico Roger Avary. Nel 1992 dopo inutili tentativi, riesce finalmente a realizzare il suo primo film, “Le iene” (1992).
Le-iene.jpg
La pellicola è accolta con successo al Sundance Film Festival e Tarantino viene subito annoverato tra i registi di ‘culto’. Due anni dopo realizza “Pulp Fiction” (1994) che vince la Palma d’Oro a Cannes e viene candidato a ben sette premi Oscar tra cui miglior film, miglior regia e miglior sceneggiatura originale. Alla fine ottiene solo la statuetta per la miglior sceneggiatura, ma in tutto il mondo viene confermato uno dei migliori film dell’anno. Nello stesso tempo Tarantino accresce la sua fama di sceneggiatore grazie alle sue due prime storie, “True Romance” diretto da Tony Scott e “Natural Born Killers” realizzato da Oliver Stone. Dalla metà degli anni ’90 è molto attivo sia sul grande che sul piccolo schermo, come attore, come regista e come produttore. E’ proprietario infatti, insieme all’attore Lawrence Bender, della casa di produzione ‘A band apart’, con cui ha finanziato film “Dal tramonto all’alba” (1996), diretto da Robert Rodriguez.
1411574620_pf-7-590x285.jpg
Per la televisione ha diretto nel 1995 un episodio della serie “E.R. – Medici in prima linea”. Nel 1997 dirige il film “Jackie Brown”, tratto dal romanzo ‘Rum Punch’ di Elmore Leonard e nel 2000 recita una parte in “Little Nicky – un Diavolo a Manhattan”. Torna nel 2001 con il film “Kill Bill- volume 1” da lui diretto e interpretato da una formidabile Uma Thurman. Nel 2004 segue il secondo episodio “Kill Bill- volume 2”. E’ stato impegnato con il film “Sin City” (2005) girato insieme a Frank Miller e Robert Rodriguez ed ha realizzato l’horror “Grindhouse – Death Proof”(2007) sempre insieme a Robert Rodriguez. Inoltre è apparso in un cameo nel film del giapponese Takashi Miike “Sukiyaki Western Django” (2007) in concorso al festival di Venezia.

inglourious-basterds-24545.jpg

Bastardi senza gloria del 2009 lancia la carriera cinematografica di Christoph Waltz (che vince un Oscar come migliore non protagonista e il premio a Cannes come miglior attore) e dà il via a una fase ancora più sofisticata per Quentin Tarantino, qui nominato alla statuetta per regia e sceneggiatura. Il lavoro successivo infatti è Django Unchained (2012), dove miscela il suo omaggio agli spaghetti western con il tema del razzismo, suscitando molte polemiche preventive, ma anche un grande successo di pubblico. Il film vale Oscar e Golden Globe come migliore non protagonista a Waltz e come migliore sceneggiatoreproprio a Quentin.

Nel 2015 propone al pubblico un ritorno al cinema magniloquente del 70mm e dei grandi eventi: The Hateful Eight, western corale e claustrofobico, ribadisce ancora una volta il suo sconfinato amore, tecnico ed emozionale, per l’arte cinematografica.

Annunci