i film horror da vedere su Netflix ad Halloween

Nella notte più spaventosa dell’anno come fare a ricreare la situazione ideale? Beh sicuramente vedendo queste pellicole al buio con qualche amico, possibilmente fifone,  può aiutare..

SONO LA BELLA CREATURA CHE VIVE IN QUESTA CASAslbela.jpg

Una giovane infermiera deve prendersi cura di un’anziana scrittrice in una villa infestata.

 

EMELIE

locandina.jpg

è una babysitter disinvolta, divertente e puntuale, finchè l’incubo non ha inizio.

 

LITTLE EVIL

6d172bdf192dbca476a658d076e35f4e9d64da60.jpg

Pensate che sia duro fare il patrigno? Beh consolatevi, il figliastro di Gary è l’anticristo in persona.

 

MALEVOLENT LE VOCI DEL MALE

55494.jpg

L’agenzia di sensitivi Sayers promette di liberare le case dagli spiriti ma è una truffa, finchè tutto non cambia…

Annunci

La prima e più grande Fake News della storia compie 80 anni, firmata Orson Welles.

Il più grande “fake” della storia compie 80 anni. La sera del 30 ottobre 1938 la Columbia Broadcasting System e le sue stazioni affiliate trasmettono una trasmissione radiofonica destinata a passare alla storia: il 23enne Orson Welles annunciava l’invasione degli alieni per mezzo de “La guerra dei mondi”

Per rendere il prodotto appetibile al grande pubblico americano, Orson Welles si è finto un cronista inviato sul luogo dell’accaduto. Il normale palinsesto radiofonico, un concerto di musica classica, si interrompe con notizie flash che narrano lo svolgersi della vicenda: la caduta di un meteorite, uno strano cilindro di metallo, la polizia che recinta il cratere. Sia all’inizio che a conclusione del programma, la CBS specifica che il testo è d’invenzione, che non c’è nulla di cui preoccuparsi, che è tutto finto. Risultato? L’America, da Nashville a Minneapolis, è in delirio

 

Il fake rese celebre Orson Welles, che si ritrovò a firmare tre contratti per Hollywood dopo la superba interpretazione. Da quel momento, La fine del mondo di Orson Wells divenne un’emblema della cultura pop, l’esempio delle meravigliose (e potenzialmente dannose) possibilità comunicative dei media.

Qualche anno dopo il giovane Orson dirigerà “Citizen Kane” (Quarto Potere) secondo la critica americana il più grande film della storia.

I migliori 8 film noir di sempre (secondo Giuseppe Tornatore)

Il grande maestro italiano Giuseppe Tornatore ha stilato la lista dei suoi 8 preferiti film noir di sempre. In questo articolo vi posto il link dei film completi e la trama, se siete fan del genere e non li avete mai visti, potrebbe tornarvi utile. Se li avete già visti, come me, non fa mai male rivedere questi capolavori.

 

La fiamma del peccato (1944) di Billy Wilder

fiamma-del-peccato-la.jpg

è un film del 1944 diretto da Billy Wilder e interpretato da Fred MacMurray, Barbara Stanwyck e Edward G. Robinson, adattamento dell’omonimo romanzo di James M. Cain. Candidato a sette premi Oscar, è considerato uno dei primi film noir e uno più rappresentativi del genere per la cupa ambientazione urbana e l’intensa caratterizzazione dei personaggi, in particolare della dark lady Phyllis Dietrichson, interpretata dalla Stanwyck e classificatasi 8ª tra i migliori villain della storia del cinema secondo l’American Film Institute.

La donna del ritratto (1944) di Fritz Lang

22283.jpg

Il professore di criminologia Richard Wanley rimane solo in città dopo aver accompagnato alla stazione moglie e figli in partenza per le vacanze. Si reca al club per una serata con gli amici e vede in una vetrina il ritratto di una donna affascinante. Quando esce dal club si ferma di nuovo a contemplare il ritratto. Inaspettatamente sul vetro della vetrina si materializza l’immagine della donna. Ella ha nome Alice. Scambia qualche battuta con Wanley e lo invita a casa propria, con la scusa di mostrargli i disegni relativi al ritratto. Ma l’incontro galante è bruscamente interrotto dalla visita dell’amante della donna, un ricco uomo d’affari. Costui, geloso e adirato, si getta contro Wanley, che, afferrate istintivamente e per legittima difesa un paio di forbici posate su un tavolino, utilizzate precedentemente per stappare una bottiglia, uccide l’aggressore. Il suo primo impulso è quello di chiamare la polizia e denunciare l’accaduto, ma riflettendo sulle conseguenze sociali dell’apparire pubblicamente implicato in un assassinio, cambia proposito. Presa l’auto, si reca fuori città e si libera del cadavere gettandolo in un bosco.

 

Lo specchio scuro (1946) di Robert Siodmak

00989501.JPG

FILM COMPLETO https://www.youtube.com/watch?v=ob2WVfT6eX8

Protagoniste sono due gemelle. A carico di una di esse pende l’accusa di omicidio, ma la polizia non riesce a formulare l’incriminazione per la reticenza delle due donne che non consente di stabilire quale delle due sia l’omicida. L’incaricato delle indagini è il tenente Stevenson, che si giova dell’aiuto del dottor Scott Elliott, uno psicanalista di cui entrambe le donne non tardano a innamorarsi.

Crime and Punishment – Ho ucciso! (1935) di Josef von Sternberg

8017229461118_0_200_0_0.jpg

è un film del 1935 diretto da Josef von Sternberg, liberamente ispirato al romanzo Delitto e castigo di Fëdor Dostoevskij.

FILM COMPLETO https://www.youtube.com/watch?v=tXHCMeXzDas

Le catene della colpa (1947) di Jacques Tourneur

51FQCwfdBaL._SY445_.jpg

Jeff Bailey è gestore di una stazione di servizio a Bridgeport, una piccola città di provincia dove vive tranquillo dividendosi tra il lavoro e la pesca sul fiume. Jeff frequenta una ragazza, Ann, la cui famiglia è però contraria alla loro relazione; Ann è oggetto di attenzioni anche da parte di Jim, l’aiutante dello sceriffo. Un giorno Jeff riceve la visita inaspettata di Joe Stephanos, sgherro del gangster Whit Sterling per il quale lui aveva già lavorato tre anni prima.

Detour (1945) di Edgar G. Ulmer

814EIQL0H9L._SY445_.jpg

Al Roberts, un pianista squattrinato di New York, decide di raggiungere in autostop la sua ragazza, che è andata a cercare fortuna a Los Angeles. Quando è già nell’Arizona ottiene un passaggio dal facoltoso signor Haskell. Questi si offre di portarlo fino a destinazione, dato che è diretto a Los Angeles per effettuare una scommessa su un cavallo.

FILM COMPLETO https://www.youtube.com/watch?v=DoYMXD54eeY

 

Le Trou Il buco (1960) di Jacques Becker

21124.jpg

Il film si apre con la presentazione di Roland; un ex detenuto, uscito di prigione, che racconta agli spettatori la sua storia di quando era in carcere. Parigi, carcere de La Santé. Gaspard Claude è un detenuto in attesa di giudizio per il tentato omicidio della moglie; a causa di lavori di ristrutturazione viene trasferito nella cella di un’altra ala che ospita quattro carcerati, disturbati dall’arrivo del nuovo “ospite”. Quando Gaspard torna momentaneamente nella vecchia cella per raccogliere i propri effetti personali, i quattro si mostrano perplessi e indecisi se rivelare al nuovo arrivato il loro segreto e, dopo una breve discussione, decidono – nonostante l’obiezione del “duro” Manu Borelli – di comunicargli le loro intenzioni.

 

Il delitto perfetto (1954) di Alfred Hitchcock.il-delitto-perfetto-1525366575.jpeg

Londra. Tony Wendice, un ex campione di tennis che ora commercia in articoli sportivi, scopre che la ricca moglie Margot lo tradisce con Mark Halliday, uno scrittore statunitense di romanzi gialli. Wendice decide pertanto di sbarazzarsi della consorte inscenando «un delitto perfetto», in modo da ereditare a tempo debito la sua piccola fortuna.

Cosa vedere su Netflix e Amazon (novembre 2018)

Netflix attraverso questo video ha anticipato agli utenti le uscite del prossimo mese. Tra i titoli possiamo vedere, finalmente, Narcos Messico ed il nuovo film dei fratelli Coen.

 

Mentre per quanto riguarda Amazon Prime Video ecco le proposte per il mese di novembre, tra tutte quella ad incuriosirmi di più è la serie di Matthew Weiner ( i Soprano, Med Man) The Romanofss.

 

THE ROMANOFFS – Prima stagione

(un episodio ogni venerdì fino al 23 novembre)

La nuova serie ideata da Matthew Weiner(Mad Men, I Soprano) che segue le vicende di alcuni personaggi, sparsi in giro per il mondo, che affermano di essere dei diretti discendenti della famiglia russa dei Romanov.

 

PATRIOT – Seconda stagione

(9 novembre)

L’agente segreto John Tavner  ha un nuovo incarico: fingendosi un impiegato di una società petrolifera, John trovare lo stratagemma per impedire all’Iran di sviluppare armi nucleari.  Ma la sua missione potrebbe rischiare di fallire anche a causa dei suoi problemi personali e mentali.

BEAT – Prima stagione

(9 novembre)

Racconta la storia di Robert Schlag, battezzato Beat, un promotore di club berlinese di 28 anni che è dipendente dalla vita notturna di Berlino, compresi droghe e sesso (con uomini e donne). Beat lavora per il più famoso club techno di Berlino, Sonar, di proprietà del suo migliore amico Paul. Date le connessioni di Beat con la scena del club, si mette al centro dell’European Security Intelligence (ESI) perché ha bisogno di aiuto mentre investiga i club. Il principale sospettato è Philipp Vossberg, il nuovo comproprietario del Sonar. È un ragazzo intelligente e bello ma spietato che vende organi umani e usa il club per coprire i suoi affari sporchi. Emilia (che lavora per l’ESI) collabora con Beat nel suo pericoloso viaggio attraverso il traffico di organi e commerci di armi, il tutto di fronte allo sfondo della scena della festa di Berlino.

HOMECOMING – Prima stagione

(2 novembre)

Heidi Bergman (Julia Roberts) è un’assistente sociale presso Homecoming, una struttura del gruppo Geist che aiuta i soldati a passare alla vita civile. Anni dopo ha iniziato una nuova vita, vivendo con sua madre e lavorando come cameriera, quando un auditor del Dipartimento della Difesa domanda perché ha lasciato la struttura di Homecoming. Heidi si rende presto conto che c’è tutta un’altra storia dietro la storia che ha raccontato a se stessa.

 

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

Benigni nel cast del nuovo film di Matteo Garrone

Roberto Benigni torna al cinema per interpretare Geppetto in #Pinocchio, il nuovo film scritto e diretto da Matteo Garrone.

“Un grande personaggio, una grande favola, un grande regista: fare Geppetto diretto da Matteo Garrone è una delle forme della felicità.”

garrone benigni.png

Questo riporta sulla propria pagina fb Matteo Garrone, il papabile futuro regista italiano candidato agli oscar parla della sua prossima pellicola : Pinocchio. Dalle indiscrezioni si parla di una rivisitazione della fiaba di Collodi in chiave nera. Garrone sostiene che Pinocchio per l’appunto sia stata sin da subito una fiaba nera, poi rivisitata e resa più vendibile ad un pubblico più vasto.

Sono un profondo estimatore di Garrone, spero tanto in questo film e non vedo l’ora che esca al cinema!

 

MEMENTO di C. NOLAN esiste un’altra versione del film!

Memento, come molti di voi sapranno, è un film scritto da Jonathan e Christopher Nolan, diretto da Christopher Nolan. Non tutti sanno però che esistono due versioni del film! esattamente avete capito bene… Per chi non l’avesse visto allego qui la trama.

TRAMA (WIKIPEDIA)

In seguito a un attacco subito da due uomini con il volto coperto, che avevano stuprato e ucciso la moglie, Leonard Shelby è affetto da un disturbo della memoria per i fatti recenti (amnesia anterograda); non è quindi in grado di immagazzinare nuove informazioni per più di una quindicina di minuti. Per cercare di sopperire a questa mancanza cerca di scrivere e prendere appunti il più possibile su post-it, foto e perfino sulla propria pelle. Il suo corpo è infatti ricoperto da numerosi tatuaggi che gli forniscono indicazioni su cosa è successo e cosa dovrà fare.

 

Il montaggio del film è la rappresentazione visiva della mente del protagonista, ogni scena del film è interrotta dopo 15 minuti e riparte con un’altra scena di 15 minuti cronologicamente opposta a quella di prima; e il film prosegue così, alternando questi apparenti mini film senza logica continua ma mano mano che si arriva alla parte centrale del film, che secondo un ordine cronologico lineare, sarebbe la scena finale, lo spettatore inizia a collegare tutti i pezzi del puzzle insieme al protagonista. Lo spettatore così è come il protagonista, poiché vedendo eventi di cui ancora non ha visto i precedenti, si trova nella stessa condizione di spaesamento.

 

LA SECONDA VERSIONE

Nella versione distribuita in DVD e Blu-ray Disc in Europa è inclusa una copia del film con le scene montate in ordine cronologico, ovvero in maniera linearmente sequenziale. Tuttavia non è una vera e propria versione alternativa del film, in quanto il regista considera quella cinematografica come sua unica visione, ma un semplice contenuto extra predisposto dallo studio di distribuzione.

Ora corriamo tutti alla ricerca della versione in ordine cronologico!

ps se avete il dvd originale, guardatevi il cd 2 🙂

“Piccole avventure romane” il corto di Sorrentino per “la Rinascente” (video)

Una passeggiata notturna alla scoperta di una Roma deserta e misteriosa che raggiunge il suo apice dentro la Rinascente di via del Tritone. Questa l’idea dalla quale è partito il regista premio Oscar Paolo Sorrentino che firma il cortometraggio “Piccole Avventure Romane”.

“Un nuovo tassello nel mosaico di una Roma inedita e allo stesso tempo spettacolare. Sei minuti resi indimenticabili dall’inequivocabile maestria di Sorrentino e che confermano il ruolo di Rinascente, da 100 anni in prima linea per valorizzare l’arte italiana ed internazionale in tutte le sue declinazioni.” Questo dice la Rinascente parlando appunto del nuvo corto di Sorrentino che oltre ad essere un grande maestro di cinema, è un ottimo maestro pubblicitario come lo dimostra anche il corto fatto negli anni passati per la griffe “Bulgari”.

 

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

I film italiani che devi aver assolutamente visto (dal 1942 al 2012)

Ciao ragazzi, amate il cinema? Bene! Ecco la lista dei migliori film che la nostra patria ha partorito dal 1942 al 2012. Conoscere ed aver visto questi film è necessario per poter capire e affrontare il cinema contemporaneo.
La lista dei film è stata fatta dal Centro Sperimentale di Cinematografia, la scuola di cinema numero 1 in Italia e tra le migliori del mondo.
Buona lettura e se non li avete visti buona visione!
4 passi fra le nuvole – Alessandro Blasetti, 1942
Ossessione – Luchino Visconti, 1943
Roma città aperta – Roberto Rossellini, 1945
Paisà – Roberto Rossellini, 1946
Sciuscià – Vittorio de Sica, 1946
L’onorevole Angelina – Luigi Zampa, 1947
Ladri di biciclette – Vittorio de Sica, 1948
La terra trema – Luchino Visconti, 1948
Riso amaro – Giuseppe De Santis, 1949
Cronaca di un amore – Michelangelo Antonioni, 1950
Miracolo a Milano – Vittorio de Sica, 1950
Bellissima – Luchino Visconti, 1951
Due soldi di speranza – Renato Castellani, 1951
Guardie e ladri – Steno, Mario Monicelli, 1951
Processo alla città – Luigi Zampa, 1952
La provinciale – Mario Soldati, 1952
Umberto D. – Vittorio de Sica, 1952
Europa ’51 – Roberto Rossellini, 1952
Lo sceicco bianco – Federico Fellini, 1952
Totò a colori – Steno, 1952
Pane amore e fantasia – Luigi Comencini, 1953
I vitelloni – Federico Fellini, 1953
Carosello napoletano – Ettore Giannini, 1954
L’oro di Napoli – Vittorio de Sica, 1954
Un americano a Roma – Steno, 1954
Senso – Luchino Visconti, 1954
La strada – Federico Fellini, 1954
Gli sbandati – Francesco Maselli, 1955
Un eroe dei nostri tempi – Mario Monicelli, 1955
Poveri ma belli – Dino Risi, 1957
Il grido – Michelangelo Antonioni, 1957
I soliti ignoti – Mario Monicelli, 1958
La grande guerra – Mario Monicelli, 1959
Un maledetto imbroglio – Pietro Germi, 1959
La ciociara – Vittorio de Sica, 1960
La dolce vita – Federico Fellini, 1960
Divorzio all’italiana – Pietro Germi, 1961
Rocco e i suoi fratelli – Luchino Visconti, 1960
Il bell’Antonio – Mauro Bolognini, 1960
Una vita difficile – Dino Risi, 1961
Divorzio all’italiana – Pietro Germi, 1961
Il posto – Ermanno Olmi, 1961
Accattone – Pier Paolo Pasolini, 1961
Il sorpasso – Dino Risi, 1962
Salvatore Giuliano – Francesco Rosi, 1962
L’eclisse – Michelangelo Antonioni, 1962
I mostri – Dino Risi, 1963
Le mani sulla città – Francesco Rosi, 1963
8 ½ – Federico Fellini, 1963
Il Gattopardo – Luchino Visconti, 1963
I pugni in tasca – Marco Bellocchio, 1965
Io la conoscevo bene – Antonio Pietrangeli, 1965
Signore e signori – Pietro Germi, 1965
Uccellacci e uccellini – Pier Paolo Pasolini, 1966
La battaglia di Algeri – Gillo Pontecorvo, 1966
Il medico della mutua – Luigi Zampa, 1968
Dillinger è morto – Marco Ferreri, 1969
Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto – Elio Petri, 1970
Il conformista – Bernardo Bertolucci, 1970
Diario di un maestro – Vittorio De Seta, 1972
Mimì metallurgico ferito nell’onore – Lina Wertmüller, 1972
Il caso Mattei – Francesco Rosi, 1972
Lo scopone scientifico – Luigi Comencini, 1972
Nel nome del padre – Marco Bellocchio, 1972
Amarcord – Federico Fellini, 1973
Pane e cioccolata – Franco Brusati, 1973
C’eravamo tanto amati – Ettore Scola, 1974
Fantozzi – Luciano Salce, 1975
Cadaveri eccellenti – Francesco Rosi, 1975
Caro Michele – Mario Monicelli, 1976
Novecento – Bernardo Bertolucci, 1976
Una giornata particolare – Ettore Scola, 1977
Padre padrone – Paolo e Vittorio Taviani, 1977
Un borghese piccolo piccolo – Mario Monicelli, 1977
L’albero degli zoccoli – Ermanno Olmi, 1978
Ecce Bombo – Nanni Moretti, 1978
Un sacco bello – Carlo Verdone, 1980
Ricomincio da tre – Massimo Troisi, 1981
La notte di San Lorenzo – Paolo e Vittorio Taviani, 1982
Nuovo cinema paradiso – Giuseppe Tornatore, 1988
Mediterraneo – Gabriele Salvatores, 1991
Morte di un matematico napoletano – Mario Martone, 1992
Il ladro di bambini – Gianni Amelio, 1992
Il grande cocomero – Francesca Archibugi, 1993
Caro diario – Nanni Moretti, 1993
Il postino – Michael Radford, 1994
La vita è bella – Roberto Benigni, 1997
Ovosodo – Paolo Virzì, 1997
I 100 passi – Marco Tullio Giordana, 2000
Le fate ignoranti – Ferzan Ozpetek, 2001
L’ultimo bacio – Gabriele Muccino, 2001
Respiro – Emanuele Crialese, 2002
L’imbalsamatore – Matteo Garrone, 2002
Buongiorno notte – Marco Bellocchio, 2003
La meglio gioventù – Marco Tullio Giordana, 2003
Le chiavi di casa – Gianni Amelio, 2004
La nostra vita – Daniele Luchetti, 2010
Il divo – Paolo Sorrentino, 2008
Gomorra – Matteo Garrone, 2008
Vincere – Marco Bellocchio, 2009
Cesare deve morire – Paolo e Vittorio Taviani, 2012
SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

“The End Of The Fucking World”, avrà un seguito!

Per tutti i fan, e so che siete numerosi, di The end of the fucking world, contrariamente a come era stato detto, la serie avrà un seguito! Doveva terminare nella sua prima stagione perchè come saprete è ispirata all’omonimo fumetto di Charles Forsman, che termina esattamente come la prima stagione.

Contrariamente al fumetto che le ha dato luce la serie avrà un sequel e sarà prodotto da Netflix! Le date di inizio riprese non sono ancora state rese note così come le date di uscita in Italia e nel resto del mondo, però già sapere che è stata programmata è una grande notizia!