Archivi categoria: curiosità

Come giocare una schedina vincente sugli Oscar.

Buongiorno ragazzi, manca poco alla notte più stellata del cinema, la notte degli Oscar. Quest’anno. molto più che nelle edizioni precedenti, è veramente difficilissimo capire chi vincerà. Nonostante ciò i rumors corrono ed i bookmakers hanno già detto la loro. Vi elenco le mie previsioni.

Cosa importante da ricordare è che non sempre vincono i favoriti, ci sarà sempre quel premio che vi potrebbe far sballare la scommessa, esempio: due anni fa La La Land era dato come vincente a miglior film a 1,21 mentre Moonlight a 6,00; vinse Moonlight.

 

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

image.jpeg

King Regina ovviamente.

 

MIGLIOR FILM DI ANIMAZIONE

220px-Spider-Man_Into_the_Spider-Verse_(2018_poster).png

Di solito in questa categoria vince sempre il favorito, quindi state tranquilli e giocate Spiderman.

 

MIGLIOR FOTOGRAFIA

roma-locandina905-675x904.jpg

Roma fosse per me dovrebbe vincere quasi tutti i premi tecnici, quindi concordo pienamente con i bookmakers.

 

MIGLIOR MONTAGGIO SONORO

54650.jpg

First man vince a mani basse.

 

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE

locandina.jpg

Shallow di A Star Is Born

 

MIGLIORI COSTUMI

Favourite.jpg

La favorita lo è di nome e di fatto.

 

MIGLIORI EFFETTI SPECIALI

a795e43ad198ca75c00e329a1c7d431a_XL.jpg

Avengers tutta la vita.

 

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

the-wife-2017-03.jpg

Vince Glenn Close, infatti i bookmakers la danno vincente a 1.15

 

MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

268x0w.jpg

Blackkklansman molto probabilmente vincerà.

 

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE

locandina-1.jpg

Per i bookmaker in realtà è dato per favorito La Favorita, ovviamente… per me vincerà Green Book.

 

MIGLIOR FILM STRANIERO

roma-locandina905-675x904.jpg

Roma.

 

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

rami-malek-bohemian-rhapsody-diet-exercice-regime-920x584.jpg

Rami Malek ma, occhio a Christian Bale…

 

MIGLIOR FILM

locandina-1.jpg

E’ dato per vincitore Roma ma secondo me vincerà Green Book per la sua tematica sociale, e Roma vincerà miglior film straniero.

 

Miglior attore non protagonista, io non la giocherò perchè ho paura di strani stravolgimenti, è dato per favorito Mahershala Ali (Green Book) ma ha già vinto in passato, quindi eviterei.

Se giocaste questa schedina con 10 euro in caso di vittoria vincereste, anzi vinceremmo, 920,32 euro.

Annunci

In arrivo una piattaforma come Netflix solo con capolavori del cinema.

Wim Wenders durante la Berlinale ha presentato il progetto de La Cinetek, una piattaforma virtuale, esattamente come Netflix, dedicata esclusivamente ai capolavori del cinema. Il curatore sarà il regista Laurent Cantet. Attualmente la piattaforma è disponibile solamente in Germania e Francia, chissà che in futuro non possa arrivare anche in Italia, così da avere finalmente un portale domestico sui grandi capolavori del cinema.

lacinetek2

Due premi agli Oscar verranno consegnati ma non in onda. La rabbia di Cuaròn.

Alcune categorie, durante la diretta della notte più stellata dell’anno, tra cui miglior fotografia e miglior montaggio, saranno premiate durante i break pubblicitari.

I due premi forse tra i più importanti verranno esclusi dalla diretta mondiale.

164c44a2-9bc6-4e7e-b3eb-4e6e01630ad8.jpg

Queste le aspre dichiarazioni di Cuaron, regista candidato per il film Roma. Per me ha pienamente ragione, voi che ne dite?

DOCTOR SLEEP il sequel di Shinning quando esce in Italia.

Doctor Sleep è un romanzo di Stephen King ambientato 20 anni dopo l’incendio dell’Overlook Hotel che portò alla morte del famoso guardiano invernale, Jack Torrence. Il figlio Danny continua durante la sua crescita ad avere visioni, provocate dalla sua “luccicanza”. A trovarlo nelle sue visioni sono i personaggi dell’hotel.

doctor-sleep-stephen-king-large

Il romanzo parla di un Danny maturo con lo stesso vizio del padre, l’alcolismo. Il personaggio di Danny verrà interpretato da Ewan McGregor. Il regista sarà Mike Flanagan che recentemente ha diretto la serie Haunting of Hill House.

doctor-sleep.jpg

Inizialmente previsto nei cinema per il 24 gennaio del 2020, uscirà invece il prossimo 8 novembre. Parliamo ovviamente di date d’uscita americane, dalle quali poi dipendono, a cascata, quelle nel resto del mondo; Italia compresa. Ma confidiamo che, a questo punto, vedremo anche noi il film entro il 2019.

I 10 film thrilling italiani migliori di sempre

L’Italia viene spesso ricordata, dal punto di vista cinematografico, per il Neorealismo. Come ben saprete il neorealismo è un movimento stilistico ed espressivo del cinema del dopoguerra, fondatori di questo movimento furono : Vittorio De Sica, Cesare Zavattini, Luchino Visconti e Roberto Rossellini.

Non si parla altrettanto spesso di un movimento, che ho molto a cuore, molto importante e variegato ovvero il Thrilling o giallo all’italiana. Tra gli anni 60 fino alla fine degli anni 70 infatti, un sacco di registi italiani si sono cimentati nella scrittura di gialli con ricche contaminazioni paranormali. I principali autori di questo movimento furono : Mario Bava, Dario Argento, Lucio Fulci, Sergio Martino, Umberto Lenzi e tanti altri.

la-ragazza-che-sapeva-troppo.jpg

Ora elencherò i 10 migliori film thrilling, ovviamente secondo me.

 

PROFONDO ROSSOposter-film-profondo-rosso.jpg

Durante una conferenza sui fenomeni telepatici, Helga Ulmann, una sensitiva tedesca, percepisce che tra il pubblico è presente un omicida. A conferenza conclusa, la medium confida al dottor Giordani suo collega, di conoscere l’identità dell’assassino il quale si trova ancora nel teatro e li spia. A casa, Helga viene trucidata con una mannaia da macellaio. Il pianista jazz inglese Marc Daly, che abita nello stesso stabile, è testimone dell’epilogo del delitto insieme all’amico Carlo, la vita di entrambi da quel momento cambierà per sempre

 

LA RAGAZZA CHE SAPEVA TROPPO3550148710462387064.jpg

L’americana Nora Davis arriva in Italia per trascorrere una vacanza, ma fin dal suo sbarco a Roma le cose prendono una piega spiacevole, quando in aeroporto il suo vicino di posto in aereo, con cui ha fatto conoscenza, viene arrestato per traffico di droga. È solo l’inizio, perché l’attende una prima notte che si rivela un autentico incubo.

 

L’UCCELLO DALLE PIUME DI CRISTALLOLuccello-dalle-piume-di-cristallo_locandina_opereprime.jpg

Salm Dalmas  è uno scrittore, che ha deciso di passare un po’ di tempo in Italia, il suo paese di origine, per ritrovare calma e ispirazione. Un giorno si ritrova ad essere l’unico testimone di un tentato omicidio e da allora la ricerca della verità ed il killer non lo lasceranno più in pace.

 

5 BAMBOLE PER LA LUNA D’AGOSTO

5-Bambole-Per-La-Luna-Dagosto-Manifesto-Thriller.jpg

Il professor Fritz Farrel, inventore di una nuova e rivoluzionaria resina sintetica, viene invitato insieme alla moglie a passare un week-end nella villa di un ricco industriale in un’isola deserta, nella quale sono ospiti altre persone, altri industriali interessati alla scoperta e la loro accompagnatrice. In previsione di una tempesta lo yacht viene mandato verso la terraferma così il gruppo rimane completamente isolato. Durante la permanenza nella villa, un assassino si diverte ad uccidere uno dopo l’altro gli invitati, senza un movente apparente.

 

UNA LUCERTOLA CON LA PELLE DI DONNA19231345412_e946d280c7_b.jpg

Carol Hammond è figlia del noto avvocato Edmond Brighton, candidato alle elezioni, e moglie del giovane avvocato Frank, che lavora nello studio del suocero. La donna sembra trascorrere una vita tranquilla e monotona, anche se è ossessionata dalla figura della bellissima Julia Durer, vicina di casa dedita a una vita dissoluta. Durante una seduta dallo psichiatra Carol racconta di aver sognato di uccidere Julia, e proprio lo stesso giorno la donna viene ritrovata morta esattamente nel modo sognato da Carol.

 

A VENEZIA… UN DICEMBRE ROSSO SCHOCKING locandina.jpeg

I coniugi inglesi John e Laura Baxter arrivano a Venezia per lavoro pochi mesi dopo la tragica morte della figlia minore Christine, annegata nello stagno della loro villa, evento che era stato misteriosamente previsto dal padre pochi attimi prima che accadesse. Impegnato nella conduzione di alcuni lavori di restauro nella chiesa veneziana di San Nicolò dei Mendicoli, John deve occuparsi della salute della moglie, caduta in depressione a causa della recente scomparsa della figlia. Durante un pranzo in un ristorante, Laura conosce due sorelle scozzesi, Heather e Wendy, la prima delle quali è una sensitiva non vedente, dotata di poteri medianici che le consentono di comunicare a Laura un evento straordinario: di avere appena “visto” accanto a Laura e John una bambina bionda sorridente con un impermeabile rosso: la piccola Christine.

 

6 DONNE PER L’ASSASSINOsei_donne_per_l_assassino.jpg

Massimo Morlacchi e la contessa Cristiana Cuomo sono i proprietari d’un atelier di moda. Una loro modella, Isabella, viene strangolata da un assassino con il volto coperto da un cappuccio bianco. Sul posto arriva immediatamente l’ispettore Silvestri per interrogare i presenti. Scopre così che Isabella era l’amante dell’antiquario Franco Scalo. Poco dopo, durante una sfilata, un’altra modella trova il diario d’Isabella, che contiene rivelazioni compromettenti per tutti; questa modella è Nicole, amica d’Isabella. La modella prende con sé il diario e telefona a Franco, di cui era anch’essa amante e con cui si mette d’accordo al fine di consegnargli il compromettente oggetto. Una telefonata dell’assassino, che si finge Franco, induce Nicole a recarsi nell’abitazione dell’antiquario. Nel frattempo, in un momento di pausa, il diario viene trafugato da Peggy, un’altra modella, che lo sottrae dalla borsa di Nicole.

 

IL PROFUMO DELLA SIGNORA IN NEROMV5BYTZlM2QyMDYtMTMzYS00MTIwLTkwOWUtMzgzYzg2ZmEzY2UwXkEyXkFqcGdeQXVyMTMxMTY0OTQ@._V1_SY1000_CR0,0,685,1000_AL_.jpg

Silvia Hacherman, giovane direttrice e assidua lavoratrice d’un laboratorio di chimica, è stata costretta a convivere, per molto tempo e sin da quand’era bambina, con il trauma d’avere causato la morte della madre Marta.
Il ricordo dell’accaduto s’è ormai offuscato e la ragazza sembra riuscire a condurre una vita serena e piena di soddisfazioni, sia in ambito lavorativo che dal punto di vista affettivo. Una sera, nel corso d’una cena a casa d’amici, Silvia, accompagnata dal fidanzato Roberto, rimane colpita da una discussione di Andy, professore africano di sociologia, riguardo al culto delle messe nere, a suo dire ancora attive in Africa.

SETTE NOTE IN NERO 13213.jpg

Virginia è una donna che ha sempre mostrato delle doti di chiaroveggenza fin da piccola quando ebbe la visione del suicidio della madre a Dover, mentre lei era in un collegio a Firenze. Diventata adulta, la donna ha sposato Francesco Ducci, uomo d’affari toscano.Un giorno, dopo aver accompagnato il marito in aeroporto, Virginia, mentre torna a casa in macchina, ha un’altra visione in cui vede una donna anziana uccisa e murata da un uomo zoppo.

 

OPERAZIONE PAURAoperazione_paura_poster.jpg

Un medico viene chiamato in uno sperduto paese dall’ispettore di polizia locale per eseguire un’autopsia sul cadavere di una ragazza morta in circostanze misteriose, ma al suo arrivo viene accolto con ostilità dai locali, che dimostrano subito di nascondere qualcosa.

 

 

La magia del cinema nelle pubblicità.

Le pubblicità invadono i nostri schermi, che siano televisioni, pc, tablet o smartphone. Che lo vogliamo oppure no gli spot ci condizionano e ci raccontano chi siamo, chi siamo stati e cosa saremo. Non per forza una pubblicità ci influenza a comprare un prodotto o ci colpisce per lo stesso motivo ma, essendo onnipresenti, entrano a far parte di attimi della nostra quotidianità. A me capita spesso di rivedere, per caso, pubblicità del passato e queste mi fanno tornare in mente molti ricordi, alcuni felici altri meno.

copertina-kenzo-550x309

Da Andy Warhol, ma anche prima, la pubblicità era il luogo d’incontro tra tre persone : il venditore, l’artista ed il consumatore. L’artista da sempre il meglio di se quando ha dei vincoli,  il venditore vuole vendere il prodotto in maniera originale e il consumatore vuole essere corteggiato. Sempre più grandi artisti si sono affacciati al mondo della pubblicità, innumerevoli registi si sono prestati a girare spot per i grandi marchi. Come potrete vedere negli spot che ho selezionato, gli artisti qui hanno trovato un terreno fertile per esprimersi con più libertà. In un film hai dei vincoli di narrazione, in alcuni spot si può essere molto più astratti, si può osare di più. Ovviamente questo discorso non vale per qualsiasi cosa, basti pensare alla pubblicità dell’Activia dove la Marcuzzi parla della sua stitichezza, beh quella ovviamente non è arte nè astrattismo. Ora elencherò e vi mostrerò 4 pubblicità che rispettano e confermano ciò che vi ho detto.

  1. Egoiste di Chanelmed_1409212635_1381611341_00029.jpg

E’ lo spot di un profumo: l’indimenticabile Egoiste della maison Chanel. Ironico, sensualissimo, ansiogeno, di immediato effetto. La scena si consuma fra i balconi di un palazzo da cui alcune donne si mettono a urlare istericamente lanciando teatrali invettive «La pagherai, miserabile!». Girato nel 1990 e trasmesso in Italia nello stesso anno, Egoiste di Chanel è forse lo spot di profumi maschili più riuscito di tutti i tempi e uno dei più longevi fra i tormentoni nati a seguito del lancio di una così fortunata campagna pubblicitaria.

 

2. Kenzo World by Spike Jonze

kenzoworld_kenzo_h2016.jpg

Il regista dei video musicali per i Sonic Youth, Chemical Brothers, Beck e Bjork si cimenta in un settore tutto nuovo: la bellezza. Protagonista la splendida modella Margaret Qualley (vi ricorda qualcuno? E’ la figlia di Andie McDowell) e la nuova fragranza firmata dalla maison giapponese per la nuova fragranza Kenzo World.

 

3. Lacoste Timeless

campaign_timeless-20170526081542861.png

Timeless è stato ideato dall’agenzia francese BETC e avrebbe reso felice anche Don Draper, il protagonista di Mad Men. BETC, con sede a Parigi, Londra e San Paolo, si occupa di Lacoste dal 2004 e ha creato numerosi altri spot celebri. L’agenzia ha ottenuto quattro Cannes Lions, gli Oscar della pubblicità, nell’ultima edizione della manifestazione.

 

4. The one street of dreams Dolce e Gabbana

Martin-Scorseses-Dolce-and-Gabbana-ad.jpg

Spot Dolce & Gabbana (Street of Dreams) girato da uno dei maggiori rappresentanti della cinematografia contemporanea: Martin Scorsese. Con un cast stellare costituito da Matthew McConaughey e Scarlett Johansson.

I grandi registi che non hanno mai vinto l’Oscar

Ieri sono state diramate dall’Accademy le candidature per la statuetta più ambita del pianeta: L’oscar.

Ho letto molti commenti di gente indignata per la mancata candidatura di determinati registi o attori, allora mi è venuta voglia di ricordare casi sicuramente più eclatanti di quelli della candidature 2019. Ci sono infatti un sacco di maestri del cinema di tutti i tempi che, guardate un pò, non hanno mai vinto un Oscar.

Ecco la lista:

STANLEY KUBRICK

tt.jpg

Per chi mi conosce, sa bene come la penso riguardo il buon vecchio Stanley, se il cinema fosse una religione lui sarebbe Gesù. Ebbene come il nazareno, quando è stato in terra anche lui è stato rinnegato dai suoi simili dell’accademy, poi dopo la sua morte e resurrezione, viene venerato da tutti i cinefili di tutte le epoche.

 

SERGIO LEONE

sergio-leone-1061600.jpg

Il maestro più americano che l’Italia ha partorito, non ha avuto tanto successo in America, celebre fu l’episodio durante l’uscita di “C’era una volta in America” negli Stati Uniti. Il produttore tagliò completamente il film tanto da portare Leone a decidere di non riconoscere quella versione e a togliere il suo nome dai titoli di coda.

 

RIDLEY SCOTT

blade-runner-harrison-ford-ridley-scott.jpg

3 le nomination per il padre di Alien, riuscito nell’impresa di non partecipare alla ‘festa’ de Il Gladiatore nel lontano 2001, visto che a scippargli la statuetta fu Steven Soderbergh con Traffic.

 

DAVID LYNCH

desktop.jpg

Tre volte candidato, mai vincitore. Non ho altro da dire…

 

ALFRED HITCHCOCK

Hitchcok-sigaro-1.jpg

Il maestro del brivido, Sir Alfred, inventore e teorico della suspense, non ha mai vinto un Oscar. In realtà uno simbolico alla carriera, giusto per pulire la coscienza dell’Accademy.

 

ORSON WELLES

21.jpg

Candidato solo una volta, per la regia di Quarto potere, ma non premiato. Vinse scandalosamente John Ford con Com’era verde la mia valle.

 

FEDERICO FELLINI

249f3642cf19e5a42a4947c6302a2068.jpg

Forse il più grande regista di tutti i tempi. I suoi film vengono venerati in tutto il mondo, il padrone dell’onirico, non ha mai vinto un misero Oscar.

E ce ne sono tanti altri, tra cui: Kurosawa, De Sica, Tim Burton, Spike Lee ecc.

Morale della favola? L’accademy non capisce molto di cinema, rilassatevi.

180 anni fa la nascita della fotografia e la prima foto della storia.

Il 7 gennaio 1839, venne presentato il dagherrotipo, il primo processo fotografico al mondo. In verità però nel 1826 Joseph Nicèphore Niepce realizzò il primo scatto fotografico : “Vista dalla finestra a Le Gras”.

Come spesso capita nella storia, le invenzioni non prendono sempre il nome di chi le ha inventate per primo ma di chi le ha sapute vendere al grande pubblico. Per questo non tutti conoscono Niepce ma tutti conoscono Daguerre, dal quale prende il nome appunto il Degherrotipo.

Ecco la foto di Niepce

view_from_the_window_at_le_gras_joseph_nicephore_niepce_ori_crop_MASTER__0x0.jpg

Niépce ha catturato la foto con una camera oscura su un foglio di 20 × 25 cm trattato con bitume di Giudea dopo un’esposizione di 8 ore. La lunghezza del procedimento ci consegna, così, un risultato molto particolare con la luce che illumina gli edifici su entrambi i lati.

1.jpg

Sicuramente oggi non parlaremmo di binge watching, di serie tv, di cinema, di golden globe, di oscar ecc.. Senza questi due signori qui.

I 5 migliori film horror ambientati a Natale

Il natale è alle porte, i film di natale sono ovunque… se anche tu cerchi qualcosa di più delle solite pellicole messe in onda ogni anno, ecco 5 titoli Horror ambientati durante il periodo di natalazio.

Krampus – Natale non è sempre NataleKrampuslocandina.jpg

 è un film del 2015 co-scritto, co-prodotto e diretto da Michael Dougherty. Il film è una commedia-horror basata sulla figura leggendaria del Krampus, demone che secondo la leggenda accompagna l’arrivo di San Nicholas.

Trasporto eccezionale – Un racconto di Natale (Rare Exports)trasporto.jpg

Il film è basato su miti precristiani del Nord Europa relativi alla figura di Babbo Natale. Il titolo originale, Rare Exports, si riferisce sia al rinvenimento del demone Babbo Natale nel ghiaccio (che quindi costituisce un trasporto eccezionale, in inglese appunto “rare exports”), sia alla compagnia di spedizioni di Babbi Natale che i protagonisti fondano alla fine del film (ossia la Rare Exports, Inc.). Il titolo italiano, essendo una traduzione letterale dell’originale, perde il secondo riferimento, riguardando solo la scoperta nei ghiacci della creatura.

Jack Frost

MV5BYjE4ZDAxNmItODBjMy00YjVlLTkwMDMtZjYxZWY0YmI4ZDczXkEyXkFqcGdeQXVyMTQxNzMzNDI@._V1_.jpg

è un film commedia horror americano del 1997 scritto e diretto da Michael Cooney. Il film si svolge nella città immaginaria di Snowmonton, dove (nella settimana prima di Natale) un camion che trasporta il serial killer Jack Frost (Scott MacDonald) alla sua esecuzione si schianta su un camion di genetica. Il materiale genetico causa la mutazione del corpo di Jack e la fusione con la neve sul terreno. Jack è presumibilmente morto e il suo corpo si scioglie. Tuttavia, torna come un pupazzo di neve assassino e si vendica dell’uomo che alla fine lo ha catturato, lo sceriffo Sam Tiler (Christopher Allport).

Natale di sangue (Silent Night, Deadly Night)215px-Silentnightdeadlynight.jpg

è un film horror prodotto negli Stati Uniti d’America nel 1984 e diretto da Charles E. Sellier Jr. Billy Chapman è un bambino irrequieto, ossessionato dal lato punitivo di Babbo Natale e questo a causa delle storie del nonno che gli racconta come il popolare portatore di doni punisca i bambini cattivi.

BLACK CHRISTMAS (un natale rosso sangue)Black-Christmas-Mondo-Poster

(IL MIO PREFERITO!)

è un film del 1974 diretto da Bob Clark. Un uomo sale nell’attico di un convitto di donne, mentre le inquiline festeggiano il Natale. Jess Bradford riceve una telefonata oscena da parte di un uomo che aveva già chiamato in precedenza quel numero. Dopo che l’amica Barb Coard provoca l’uomo, lui le risponde con “Io ti ucciderò”.

“The New Pope” il secondo capitolo della serie di Paolo Sorrentino

In questo momento, mentre state leggendo il mio articolo, Paolo Sorrentino sta girando The new Pope la continuazione della serie venduta in tutto il mondo The young pope.

Non si hanno molte notizie al momento, l’unica indiscrezione trapelata dal set è la presenza di un attore sensazionale, oltre al confermato Jude Law, John Malkovich, attore candidato due volte all’Oscar.

malkovich913