Archivi categoria: News

Gli 85 film da vedere per conoscere il cinema, secondo Martin Scorsese

Martin Scorsese esponente della New Hollywood, è considerato uno dei maggiori e più importanti registi della storia del cinema. Temi centrali dei suoi film sono la violenza istintiva dell’uomo e il suo rapporto con la colpa, il peccato e la religione. Il suo stile, spesso caratterizzato da sequenze virtuosistiche e violenza iperrealista, trae ispirazione dalla Nouvelle Vague francese, dal Neorealismo italiano e dal cinema indipendentedi John Cassavetes.

in un’intervista per la Fast company ha rilasciato una lista di 85 film che ogni amante del cinema o aspirante regista dovrebbe vedere :

  1. L’asso nella manica, 1951
  2. Secondo amore, 1955
  3. Il ribelle dell’Anatolia, 1963
  4. Un americano a Parigi, 1951
  5. Apocalypse now, 1979
  6. Arsenico e vecchi merletti, 1944
  7. Il bruto e la bella, 1953
  8. Spettacolo di varietà, 1953
  9. Nato il quattro luglio, 1989
  10. Il promontorio della paura, 1962
  11. Cat people, 1942
  12. Presi nella morsa, 1949
  13. Citizen Kane, 1941
  14. La conversazione, 1974
  15. Il delitto perfetto, 1954
  16. Fa’ la cosa giusta, 1989
  17. Duello al sole, 1946
  18. I quattro cavalieri dell’apocalisse, 1962
  19. Europa ’51, 1952
  20. Volti, 1968
  21. La caduta dell’impero romano, 1964
  22. Francesco, giullare di Dio, 1950
  23. Le forze del male, 1948
  24. Germania anno zero, 1948
  25. Quaranta pistole, 1957
  26. Gilda, 1946
  27. Il padrino, 1972
  28. La sanguinaria, 1950
  29. Health, 1980
  30. I cancelli del cielo, 1980
  31. La maschera di cera, 1953
  32. Com’era verde la mia valle, 1941
  33. Lo spaccone, 1961
  34. Le vie della città, 1948
  35. The infernal cakewalk, 1903
  36. Accadde una notte, 1934
  37. Gli argonauti, 1963
  38. Viaggio in Italia, 1954
  39. Giulio Cesare, 1953
  40. Kansas City, 1996
  41. Un bacio e una pistola, 1955
  42. La terra trema, 1948
  43. Una squillo per l’ispettore Klute, 1971
  44. La signora di Shanghai, 1947
  45. Il gattopardo, 1963
  46. Macbeth, 1948
  47. Stupenda conquista, 1952
  48. M*A*S*H, 1970
  49. Scala al paradiso, 1946
  50. I compari, 1971
  51. Il Messia, 1975
  52. Un uomo da marciapiede, 1969
  53. Mishima – Una vita in quattro capitoli, 1985
  54. È arrivata la felicità, 1936
  55. Mr Smith va a Washington, 1939
  56. Nashville, 1975
  57. I trafficanti della notte, 1950
  58. Uno, due tre!, 1961
  59. Othello, 1952
  60. Paisà, 1946
  61. L’occhio che uccide, 1960
  62. Mano pericolosa, 1953
  63. I protagonisti, 1992
  64. Potenza e gloria, 1933
  65. Ombre rosse, 1939
  66. Schiavo della furia, 1948
  67. Scarpette rosse, 1948
  68. La presa del potere da parte di Luigi XIV, 1966
  69. i ruggenti Anni Venti, 1939
  70. Rocco e i suoi fratelli, 1960
  71. Roma, città aperta, 1945
  72. Secrets of the Soul, 1912
  73. Senso, 1954
  74. Ombre, 1959
  75. Il corridoio della paura, 1963
  76. Stromboli, 1950
  77. Qualcuno verrà, 1958
  78. I dimenticati, 1941
  79. Piombo rovente, 1957
  80. Il laureato, 1951
  81. Il terzo uomo, 1949
  82. T-Men contro i fuorilegge, 1947
  83. L’infernale Quinlan, 1958
  84. Il processo, 1962
  85. Due settimane in un’altra città, 1962

Annunci

STAN LEE: ci lascia ma le sue storie resteranno per sempre.

<Riporto un’ultim’ora da Repubblica

E’ morto a 95 anni Stan Lee (vero nome Stanley Martin Lieber), il fumettista, editore e produttore di cinema e tv americano. E’ stato a lungo presidente e direttore editoriale della Marvel Comics, per la quale ha sceneggiato moltissime storie. Era nato a New York il 28 dicembre del 1922.

Ennio Morricone: “Mai dato del cretino a Tarantino”

Da due giorni tutti i blog e quotidiani hanno fatto girare una fake news riguardante una presunta intervista dove Ennio Morricone avrebbe dato del cretino a Quentin Tarantino. Il compositore smentisce l’incontro con un giornalista dell’edizione tedesca di ‘Playboy’. E parlando con “Repubblica” chiarisce: “Non solo non ho detto mai quelle cose, ma non le penso. Darò mandato ai miei avvocati di denunciare quella rivista”

Cosa vedere su Netflix e Amazon (novembre 2018)

Netflix attraverso questo video ha anticipato agli utenti le uscite del prossimo mese. Tra i titoli possiamo vedere, finalmente, Narcos Messico ed il nuovo film dei fratelli Coen.

 

Mentre per quanto riguarda Amazon Prime Video ecco le proposte per il mese di novembre, tra tutte quella ad incuriosirmi di più è la serie di Matthew Weiner ( i Soprano, Med Man) The Romanofss.

 

THE ROMANOFFS – Prima stagione

(un episodio ogni venerdì fino al 23 novembre)

La nuova serie ideata da Matthew Weiner(Mad Men, I Soprano) che segue le vicende di alcuni personaggi, sparsi in giro per il mondo, che affermano di essere dei diretti discendenti della famiglia russa dei Romanov.

 

PATRIOT – Seconda stagione

(9 novembre)

L’agente segreto John Tavner  ha un nuovo incarico: fingendosi un impiegato di una società petrolifera, John trovare lo stratagemma per impedire all’Iran di sviluppare armi nucleari.  Ma la sua missione potrebbe rischiare di fallire anche a causa dei suoi problemi personali e mentali.

BEAT – Prima stagione

(9 novembre)

Racconta la storia di Robert Schlag, battezzato Beat, un promotore di club berlinese di 28 anni che è dipendente dalla vita notturna di Berlino, compresi droghe e sesso (con uomini e donne). Beat lavora per il più famoso club techno di Berlino, Sonar, di proprietà del suo migliore amico Paul. Date le connessioni di Beat con la scena del club, si mette al centro dell’European Security Intelligence (ESI) perché ha bisogno di aiuto mentre investiga i club. Il principale sospettato è Philipp Vossberg, il nuovo comproprietario del Sonar. È un ragazzo intelligente e bello ma spietato che vende organi umani e usa il club per coprire i suoi affari sporchi. Emilia (che lavora per l’ESI) collabora con Beat nel suo pericoloso viaggio attraverso il traffico di organi e commerci di armi, il tutto di fronte allo sfondo della scena della festa di Berlino.

HOMECOMING – Prima stagione

(2 novembre)

Heidi Bergman (Julia Roberts) è un’assistente sociale presso Homecoming, una struttura del gruppo Geist che aiuta i soldati a passare alla vita civile. Anni dopo ha iniziato una nuova vita, vivendo con sua madre e lavorando come cameriera, quando un auditor del Dipartimento della Difesa domanda perché ha lasciato la struttura di Homecoming. Heidi si rende presto conto che c’è tutta un’altra storia dietro la storia che ha raccontato a se stessa.

 

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

Benigni nel cast del nuovo film di Matteo Garrone

Roberto Benigni torna al cinema per interpretare Geppetto in #Pinocchio, il nuovo film scritto e diretto da Matteo Garrone.

“Un grande personaggio, una grande favola, un grande regista: fare Geppetto diretto da Matteo Garrone è una delle forme della felicità.”

garrone benigni.png

Questo riporta sulla propria pagina fb Matteo Garrone, il papabile futuro regista italiano candidato agli oscar parla della sua prossima pellicola : Pinocchio. Dalle indiscrezioni si parla di una rivisitazione della fiaba di Collodi in chiave nera. Garrone sostiene che Pinocchio per l’appunto sia stata sin da subito una fiaba nera, poi rivisitata e resa più vendibile ad un pubblico più vasto.

Sono un profondo estimatore di Garrone, spero tanto in questo film e non vedo l’ora che esca al cinema!

 

“Piccole avventure romane” il corto di Sorrentino per “la Rinascente” (video)

Una passeggiata notturna alla scoperta di una Roma deserta e misteriosa che raggiunge il suo apice dentro la Rinascente di via del Tritone. Questa l’idea dalla quale è partito il regista premio Oscar Paolo Sorrentino che firma il cortometraggio “Piccole Avventure Romane”.

“Un nuovo tassello nel mosaico di una Roma inedita e allo stesso tempo spettacolare. Sei minuti resi indimenticabili dall’inequivocabile maestria di Sorrentino e che confermano il ruolo di Rinascente, da 100 anni in prima linea per valorizzare l’arte italiana ed internazionale in tutte le sue declinazioni.” Questo dice la Rinascente parlando appunto del nuvo corto di Sorrentino che oltre ad essere un grande maestro di cinema, è un ottimo maestro pubblicitario come lo dimostra anche il corto fatto negli anni passati per la griffe “Bulgari”.

 

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

“The End Of The Fucking World”, avrà un seguito!

Per tutti i fan, e so che siete numerosi, di The end of the fucking world, contrariamente a come era stato detto, la serie avrà un seguito! Doveva terminare nella sua prima stagione perchè come saprete è ispirata all’omonimo fumetto di Charles Forsman, che termina esattamente come la prima stagione.

Contrariamente al fumetto che le ha dato luce la serie avrà un sequel e sarà prodotto da Netflix! Le date di inizio riprese non sono ancora state rese note così come le date di uscita in Italia e nel resto del mondo, però già sapere che è stata programmata è una grande notizia!

 

House of Cards arriva la nuova e ultima stagione senza Frank.

Il binomio House of Cards – Kevin Spacey sembrava imprescindibile, eppure le cose non sono andate così. A causa delle accuse di molestie,  la star ha dovuto abbandonare tutti i suoi progetti.

A prescindere da ciò che è giusto e ciò che è sbagliato pensare riguardo la situazione di Spacey, il nuovo trailer dimostra come anche dopo la morte di Frank Underwood, la serie riesca a vivere di autonomia propria.

Chi vivrà vedrà.

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

Netflix produrrà una serie tratta da Dracula di Bram Stoker con gli autori di Sherlock

Quanti di noi hanno amato il Dracula di Bram Stoker sia sulla carta stampata sia sulla pellicola diretta dal buon Francis Ford Coppola?

E’ giunta l’ora di darvi una buona notizia, Netflix ha deciso di produrre insieme alla BBC, una miniserie tv sul conte vampiro più famoso della storia.

Per maggiori informazioni vi suggerisco l’articolo dove ho letto questa notizia: COMINGSOON

 

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM