Archivi categoria: RECENSIONI

House of Cards arriva la nuova e ultima stagione senza Frank.

Il binomio House of Cards – Kevin Spacey sembrava imprescindibile, eppure le cose non sono andate così. A causa delle accuse di molestie,  la star ha dovuto abbandonare tutti i suoi progetti.

A prescindere da ciò che è giusto e ciò che è sbagliato pensare riguardo la situazione di Spacey, il nuovo trailer dimostra come anche dopo la morte di Frank Underwood, la serie riesca a vivere di autonomia propria.

Chi vivrà vedrà.

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

Annunci

Netflix produrrà una serie tratta da Dracula di Bram Stoker con gli autori di Sherlock

Quanti di noi hanno amato il Dracula di Bram Stoker sia sulla carta stampata sia sulla pellicola diretta dal buon Francis Ford Coppola?

E’ giunta l’ora di darvi una buona notizia, Netflix ha deciso di produrre insieme alla BBC, una miniserie tv sul conte vampiro più famoso della storia.

Per maggiori informazioni vi suggerisco l’articolo dove ho letto questa notizia: COMINGSOON

 

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

“BIG MOUTH 2” un’irriverente serie che ci insegna ad accettare il nostro corpo.

Big Mouth è una serie animata, per certi versi unica nel panorama netflixiano, in grado di raccontare, in maniera più che originale, il microcosmo interiore di un adolescente alle prese con la fase della consapevolezza della propria sessualità. Dopo una prima stagione da serie rivelazione, è tornata con la seconda stagione che, a mio parere, non solo eguaglia la prima ma la supera.

big-mouthTema centrale di questa seconda stagione è l’accettazione del proprio corpo, la paura quindi della nudità e di essere giudicati, il tutto come sempre in maniera divertente e originale.

Se pian piano le serie Netflix stanno diventando tutte uguali, è proprio nelle serie animate che si sta muovendo qualcosa di concreto verso un’evoluzione narrativa.

Visione consigliatissima! Io non vedo l’ora che esca la terza stagione…

 

Trama

Nick e Andrew, insieme ai loro amici, scoprono i cambiamenti, le meraviglie e gli orrori dell’adolescenza, con il supporto dei loro genitori e dei mostri della pubertà, Maurice e Connie.

 

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

“Il disprezzo” Godard inscena l’amore totale, tenero e tragico.

Il disprezzo (Le Mépris) è un film del 1963 scritto e diretto da Jean-Luc Godard e tratto dall’omonimo romanzo del 1954 di Alberto Moravia.

 

TRAMA (fonte Wikipedia)

Lo scrittore francese Paul Javal, si trova a Roma con la sua attraente e giovane moglie Camille (Brigitte Bardot), convocato dal produttore statunitense Jerry Prokosch per riscrivere la sceneggiatura d’un film sull’Odissea diretto dal famoso regista tedesco Fritz Lang, ritenuto senza sbocchi commerciali. Tra Camille e Paul si crea un malinteso: Camille sostiene erroneamente che Paul sfrutti la sua bellezza per ottenere delle agevolazioni dal produttore Prokosch che nei confronti di Camille ha un atteggiamento malizioso. Questo malinteso avrà gravi conseguenze sul futuro e l’armonia coniugale della coppia, in Camille nascerà un forte e profondo sentimento di disprezzo nei confronti di suo marito, il quale non comprende il cambiamento radicale di sua moglie, ostinata e irreversibile.

Fra le mura della casa di Paul e Camille si consuma una lunga discussione, Paul vuole comprendere il motivo che sta allontanando sua moglie da lui, lei imperterrita non vuole dargli spiegazioni. Paul vuole farle capire che il motivo per cui ha accettato di lavorare per Prokosch è garantire a lei una vita agiata, Camille non comprende, mantiene un atteggiamento impulsivo e privo di qualsiasi riflessione. Il giorno seguente raggiungono Capri, dove girano alcune scene: Prokosch ha affittato una grandiosa villa moderna nella quale continua il suo gioco con Camille. Paul cerca di guadagnare la stima di Lang, spiegandogli l’intenzione di riscrivere da un punto di vista psicologico la vicenda di Ulisse e Penelope, sull’esperienza del rapporto conflittuale con la moglie, ma Lang gli risponde francamente di non essere interessato a un approccio moderno, psicanalitico, bensì al cinema classico, al rapporto uomo/natura inserito nel paesaggio mediterraneo.

Camille decide di cedere alla corte di Prokosch ormai certa di voler lasciare suo marito. Paul non vuole perderla e le dice di essere disposto a rinunciare al lavoro pur di averla accanto, ormai consapevole del motivo per cui Camille nutre del rancore nei suoi confronti vuole dimostrarle che sta sbagliando, i tentativi di ristabilire un’armonia sono inutili. Camille decide di chiudere definitivamente il suo rapporto con Paul e di partire con Prokosch.

e7_p031308

Godard anni dopo Fino all’ultimo respiro si ritrova a girare un film con un budget spropositatamente più grosso (500 milioni di franchi in più), d’altronde non esistono due film più distanti tra loro di questi.

Tratto dal romanzo di Moravia, il film tratta un amore tragico e disperato che si interroga sulla purezza dell’immagine cinematografica. Cinema simbolizzato dal perosnaggio che interpreta se stesso ovvero il grande maestro Fritz Lang, e dal mercantilismo della produzione di un film e dei suoi assurdi compromessi.

il-disprezzo-1963-jean-luc-godard-les-mepris-05.jpg

Purtroppo tutto queste tematiche non esistono nella versione Italiana perchè Carlo Ponti non capì il film e decise di stravolgerlo completamente. Nell’edizione scandalosa di Ponti non solo il film viene montato diversamente ma viene fatta una color correction diversa, cambiò la colonna sonora (il jazz di Piero Piccioni al posto degli archi di Georges Delerue) e persino il finale. Fece doppiare pure i dialoghi cambiandoli completamente, il film divenne grottesco. Godard ovviamente non volle firmare questa versione infatti il suo nome lo si trovava nella voce “aiuto regia”.

 

 

TI AMO TOTALMENTE, TENERAMENTE, TRAGICAMENTE.

Vi lascio con questa sequenza, tra le migliori del cinema, anche questa tagliata nella versione italiana.

 

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

10 ERRORI CHE NON HAI NOTATO IN “LA CASA DI CARTA”

Buonasera ragazzi,

navingando per il web, quasi per caso, ho trovato questo video “10 ERRORI CHE NON HAI NOTATO IN LA CASA DE PAPEL” pubblicato da Famiglia Suricata .  Effettivamente hanno ragione ci sono un sacco di errori, ciò non toglie nulla alla bellezza della serie, a me è piaciuta ugualmente però è curioso constatare che un progetto di successo come questo abbia anche lui i suoi “errori”.

Buona visione

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

“Fino all’ultimo respiro” il film manifesto della Nouvelle Vague

TRAMA
Michael (Jean Paul Belmondo), un “losco” uomo marsigliese ruba un’auto e corre verso Parigi. A causa di una banale infrazione è costretto, dopo un inseguimento, ad uccidere un uomo della polizia. Arrivato a Parigi incontra Patricia (Jean Seberg), dopo una breve e tormentata storia d’amore la ragazza lo denuncia. Con questa opera prima Jean-Luc Godard firma il film manifesto della Nuovelle Vague.

La storia del film:jean-luc-godard-14

Parigi 16 marzo 1960: data della prima proiezione pubblica di “Fino all’ultimo respiro”. A detta di molti questa data è l’inizio del cinema moderno. Il primo film di Godard decreta la fine di un cinema francese, fino ad allora, improntato sulla sceneggiatura letteraria e su un sistema di narrazione e di recitazione di stampo teatrale. La critica lo osanna per le sue innovazioni linguistiche, il pubblico per la storia d’amore vera dei due amanti.

Godard come saprete era una delle penne più affilate della prestigiosa rivista Cahiers du Cinéma, aveva contribuito ad accusare la tradizione francese opponendovi il nuovo cinema americano.

 

LO SPLENDORE DEL VERO02.jpg

Dopo varie proiezioni clandestine del film, non si aspettava altro che l’uscita ufficiale di questa pellicola giovane sui giovani che si impadroniscono della città. Film senza un vero soggetto e una storia, che rifiuta la sceneggiastura e fa un uso folgorante del dialogo. Il budget era ridottissimo: invece dei binari per fare le carrellate sulle Champs-Élysées misero la macchina da presa sopra un carrello della spesa. Sempre nelle scene di passeggio le comparse guardano tutte in macchina, proprio perchè le scene erano rubate dal vivo. Il direttore della fotografia Coutard era in realtòà un paparazzo, per questo Godard lo sceglie, appunto per riuscire a ottenere la migliore fotografia nelle situazioni più difficili. Andrè Bazin parlando del film “da prova di quella bellezza che egli ricerca e che si definisce lo splendore del vero

 

NUOVELLE VAGUEfino_ultimo_respiro_512x0_4dd1e426063eba1e4435aef8da29b8b4.jpg

Gli autori di questo movimento esordiscono con film molto diversi tra loro però uniti da una cosa: le condizioni di produzione e realizzazione. Figli di una rivoluzione tecnica che stava portando a una maggiore leggerezza e flessibilità degli strumenti di ripresa : Chabrol, Truffaut, Rohmer, Rivette e Godard cominciano a girare senza un vero piano di produzione, con troupe ridotte e avendo per guida inquadrature di altri film. Girano con la volontà di abbattere le regole stabilite.

 

IL MONTAGGIOJean-Paul-Belmondo-Fino-allultimo-respiro.png

Il film durava più di due ore ma l’ accordo con il produttore era che dovesse durarne massimo novanta minuti, quindi Godard si ritrova a dover tagliuzzare il film, creando un nuova modalità di linguaggio (attraverso jump cut) che afferma la priorità del frammento rispetto all’unità del racconto.

Ciò che volevamo era il diritto di filmare dei ragazzi e delle ragazze in un mondo reale e che questi, vedendo il film, fossero sorpresi, loro, di essere sé stessi e al mondo. Jean Luc Godard

 

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

“HILL HOUSE” entriamo nella nuova serie pronta a terrificare i Netflixiani

Netlflix ha pubblicato il backstage della sua nuova serie “Hill House” in uscita il 12 ottobre 2018. Il regista Mike Flanagan ci spiega come creare tensione e paura che durino dieci ore.

ecco il backstage:

 

Hill House (The Hauting of Hill House): è una serie televisiva statunitense di genere paranormale creata e diretta da Mike Flanagan. La serie è basata sul romanzo del 1959 L’incubo di Hill House di Shirley Jackson. (FONTE WIKIPEDIA)

 

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

Mad Men: l’elegantemente scorretta vita di Don Draper.

Premetto che non sarei mai voluto arrivare a questo punto, scrivere l’articolo su Mad Men perchè  vuol dire che ho finito la serie tra le più belle che abbia mai visto. Adesso vi spiegherò perchè!

TRAMA (Wikipedia)

Ambientata nella New York degli anni sessanta, la serie tratteggia le vite di alcuni pubblicitari che lavorano per l’agenzia pubblicitaria Sterling Cooper (poi Sterling Cooper Draper Pryce) di Madison Avenue, concentrandosi in particolare sulle vicende del suo direttore creativo, Don Draper. L’ambientazione della serie ritrae i mutamenti sociali in atto negli Stati Uniti in quel determinato periodo storico: fra gli eventi citati nel corso delle varie stagioni, la campagna presidenziale che contrappose John Kennedy a Richard Nixon (1960), la crisi dei missili di Cuba (1962), l’assassinio di Kennedy (1963), le lotte per la conquista dei diritti civili degli afroamericani.

La pubblicità si basa su un’unica cosa: la felicità. E sapete cos’è la felicità? La felicità è una macchina nuova, è liberarsi dalla paura, è un cartellone pubblicitario che ti salta all’occhio e che ti grida a gran voce che qualunque cosa tu faccia è ben fatta, e che sei ok. (Don Draper)

 

foto_mad_men-1000x400.jpg

La serie ruota attorno alla scombussolata vita di Donald Draper, che rappresenta forse uno dei personaggi più complessi apparsi sullo schermo televisivo negli ultimi dieci anni.  I personaggi “perfetti” tendono a diventare antipatici o perdono di umanità. Don no, è uno di noi, a volte peggio. Proprio per questa bipolarità di ruolo, il suo personaggio riesce ad entrare nelle grazie del pubblico, perchè ci ricorda che tutti abbiamo dei difetti, quindi ci ricorda di essere “umani”. Un padre pessimo, un marito altrettanto, un art director tra i migliori del mondo, ma chi è veramente Don Draper?

Draper è tutte queste cose insieme, ed’è inutile pensare che qualcuno possa affezionarsi anche agli altri personaggi della serie, in parte si ok ma, sopra tutti ci sarà sempre e comunque Don.

Per amore lei intende quel fulmine che ti spacca il cuore, che non ti fa mangiare né lavorare, che ti porta di corsa a sposarti e a fare figli? Il motivo per cui non l’ha provato è che non esiste: quel tipo di amore è stato inventato da quelli come me per vendere calze. (Draper)

HT-Don-Draper-and-Women.jpgLa sua vita è circondata da persone, donne, che non ha saputo amare. Dalla prima moglie, la povera Betty Draper (January Jones) alla seconda moglie Megan (Jessica Paré)

Ma la sua vita e carriera è anche stata baciata dalla fortuna (come si sà aiuta gli audaci), che lo porta a cambiare identità, a conoscere Roger Sterling e così via… La sua vita e la serie stessa sono una ricostruzione perfetta del mondo degli anni 60, anni belli e travagliati da bruschi cambiamenti che ci hanno portato al mondo che adesso viviamo (ahimè).

RIUSCIRA’ MAI AD ESSERE SODDISFATTO DON DRAPER?madmen.png

Probabilmente no. L’unica cosa che dovrebbe fare è l’unica cosa che non fa: guardarsi dentro. Persino Roger va in terapia, ma lui no, preferisce reinventarsi con quello che ha, aggiungere strati su strati, coazione a ripetere su coazione a ripetere. Mai personaggio televisivo è stato tanto diverso quanto uguale a se stesso allo stesso tempo.

Matthew Weiner, la mente che ha partorito questa stupenda serie, ha raccontato come la vita di Don sia, in fondo, tutta riassunta dall’immortale canzone di Nancy Sinatra, usata in chiusura dell’episodio intitolato «The Phantom»: «You only live twice, one for yourself and one for your dreams. This dream is for you, so pay the price». Si vive solo due volte, una per se stessi e una per i propri sogni. Ma il sogno è tuo, e allora pagane il prezzo.

 

SE NON L’AVETE VISTA, GUARDATELA IL PRIMA POSSIBILE!

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

Serie tv 2018: tante rinnovate e tante cancellate

Quali sono le serie tv rinnovate e cancellate? Ecco l’elenco aggiornato di tutti i rinnovi e le cancellazioni delle serie tv.

AMAZON PRIME

Absentiarinnovata per la 2 e la 3 stagione – non ancora ufficiale

All or Nothing rinnovata per la 3° stagione

Alpha House Ufficialmente cancellata

Bosch rinnovata per la 5° stagione

Catastrophe Rinnovata per la 4° stagione

Crisis in Six Scenes Ufficialmente cancellata

Dangerous Book For Boys Ufficialmente cancellata

End of God Ufficialmente cancellata

Fleabag Rinnovata per la 2° stagione

Good Girls Revolt Ufficialmente cancellata

Goliath Rinnovata per la 2° stagione

Hand of God Rinnovata per la 2° stagione, è l’ultima

I Love Dick cancellato

Jean Claude Van Johnson (Amazon) cancellato

Just Add Magic  rinnovata per la 4° stagione

Lore rinnovato per la 2° stagione

Mad Dogs Ufficialmente cancellata

Mozart In The Jungle cancellata dopo la stagione 4

One Mississipi ufficialmente cancellato

Patriot Rinnovata per la 2° stagione

Red Oaks Rinnovata per la 3° stagione, sarà l’ultima

Ripper Street Rinnovata per la 4° e 5° stagione, le ultime

Sneaky Pete Rinnovata per la stagione 3

The After Ufficialmente cancellata

The Dangerous Book For Boys cancellato dopo la stagione 1

The Gong Show rinnovata per la 2° stagione

The Last Tycoon Ufficialmente cancellata

The Man in the High Castle Rinnovata per la 3° stagione

The Marvelous Mrs. Maisel rinnovato per la stagione 3

The New Yorker Presents In pericolo

The Tick rinnovato per la 2° stagione

Them rinnovata per la stagione 2

Transparent cancellato dopo la 5 stagione

You Are Wanted Rinnovata per la 2° stagione

Z: The beginning of everything Ufficialmente cancellata

Jean Claude Van Johnson (Amazon) cancellato

NETFLIX

A Series of Unfortunate Events cancellata dopo la 3° stagione

Altered Carbon rinnovata per la stagione 2

Arrested Development cancellata dopo la stagione 5

Big Mouth Rinnovata per la 2° stagione

Bloodline Rinnovata per la 3° stagione, è l’ultima

BoJack Horseman Rinnovata fino alla 4° stagione

Castlevania Rinnovata per la 2° stagione

Bill Nye Saves the World Rinnovata per la 2° stagione

Black Mirror Rinnovata per la 4° stagione

BoJack Horseman Rinnovata fino alla 5° stagione

Chelsea Ufficialmente cancellata

Chewing Gum Rinnovata per la 2° stagione

The Crown Rinnovata per la 2° stagione

Dark rinnovata per la 2° stagione

Dear White People Rinnovata per la 2° stagione

Degrassi: Next Class Rinnovata per la 4° stagione

Daredevil Rinnovata per la 3° stagione

Defenders cancellato dopo la stagione 1

Degrassi: Next Class Rinnovata per la 5° e 6° stagione

Disjointed cancellato dopo la seconda stagione

Easy Rinnovata per la 2° stagione
Everything Sucks cancellata dopo la 1 stagione

F Is for Family Rinnovata per la 3° stagione

Flaked Rinnovata per la 2° stagione

From Dusk Till Dawn Rinnovata per la 3° stagione

Frontier Rinnovata per la 2° stagione

Fuller House Rinnovata per la 2° stagione

Friends from College Rinnovata per la 2° stagione

G.L.O.W. Rinnovata per la 2° stagione

Glitch Rinnovata per la 2° stagione

Grace and Frankie Rinnovata per la 5° stagione

Gypsy Ufficialmente cancellata

Haters Back Off Rinnovata per la 2° stagione

House of Cards Rinnovata per la 6° stagione

House of Cards Rinnovata per la 5° stagione

Ingobernable Rinnovata per la 2° stagione

Lady Dynamite (Netflix) cancellata dopo la 2° stagione

Love Rinnovata per la 3° stagione

Lovesick Rinnovata per la 2° stagione

Making a Murderer Rinnovata per la 2° stagione

Marcella Rinnovata per la 2° stagione

Marseille Rinnovata per la 2° stagione

Marvel’s Daredevil Rinnovata per la 3° stagione

Marvel’s Jessica Jones Rinnovata per la 2° stagione

Marvel’s Luke Cage Rinnovata per la 2° stagione

Marvel’s The Punisher Ordinata per la 1° stagione

Master of None Rinnovata per la 2° stagione

Mindhunter Rinnovata per la 2° stagione

Narcos Rinnovata per la 4° stagione

Norsemen rinnovato per la 3 stagione

Orange Is the New Black Rinnovata per la 5°, 6° e la 7° stagione

Peaky Blinders Rinnovata per la 4° e la 5° stagione (BBC UK)

Iron Fist Rinnovata per la 2° stagione

Jessica Jones Rinnovata per la 3° stagione

Kong – il re delle scimmie Rinnovata per la 2° stagione

Longmire Rinnovata per la 6° stagione

Lovesick Rinnovata per la 3° stagione

Narcos Rinnovata per la 4° stagione

Occupied Rinnovata per la 3° stagione

On My Block  rinnovato per la stagione 2

Orange Is the New Black Rinnovata per la 6° e la 7° stagione

Ozark Rinnovata per la 2° stagione

Project MC2 Rinnovata per la 6° stagione

Real Rob Rinnovata per la 2° stagione

Requiem rinnovato per la 2° stagione

Santa Clarita Diet Rinnovata per la 2° stagione

She’s Gotta Have It rinnovata per la 2° stagione

Stranger Things Rinnovata per la 2° stagione

Stranger Things Rinnovata per la 3° e 4° stagione in attesa di conferma ufficiale

Suburra rinnovata per la 2° stagione

The Crown Rinnovata per la 2° e 3° stagione

The Get Down Ufficialmente cancellata

The OA Rinnovata per la 2° stagione

The Ranch Rinnovata per la 2° stagione

Travelers Rinnovata per la 3° stagione

Tredici Rinnovata per la 3° stagione

Unbreakable Kimmy Schmidt Rinnovata per la 4° stagione

Wet Hot American Summer: First Day of Camp Rinnovata – mini-serie di 8 episodi “Ten Years Later”

One Day At A Time Rinnovata per la 2° stagione

Una Mamma Per Amica Di Nuovo Insieme Praticamente Rinnovata

Girlboss Ufficialmente cancellata

Hemlock Grove Ufficialmente cancellata

Lilyhammer Ufficialmente cancellata

Longmire Rinnovata per la 6° stagione, è l’ultima

Marco Polo Ufficialmente cancellata

Sense8 Ufficialmente cancellata, ma salvata con speciale

Trollhunters Rinnovata per la 2° stagione

Voltron: Legendary Defender Rinnovata per la 4°, 5°, 6° stagione

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM

SERIE TV CHE DEVI AVER VISTO ASSOLUTAMENTE

Non sapete quale serie cominciare? Ecco la lista delle mie 5 serie tv preferite.

foto_mad_men-1000x400.jpg

  1. Mad Men : Ambientata nella New York degli anni sessanta, la serie tratteggia le vite di alcuni pubblicitari che lavorano per l’agenzia pubblicitaria Sterling Cooper (poi Sterling Cooper Draper Pryce) di Madison Avenue, concentrandosi in particolare sulle vicende del suo direttore creativo, Don Draper. L’ambientazione della serie ritrae i mutamenti sociali in atto negli Stati Uniti in quel determinato periodo storico: fra gli eventi citati nel corso delle varie stagioni, la campagna presidenziale che contrappose John Kennedy a Richard Nixon (1960), la crisi dei missili di Cuba (1962), l’assassinio di Kennedy (1963), le lotte per la conquista dei diritti civili degli afroamericani.

  2. Downton Abbey: Ambientata nella fittizia Downton Abbey, tenuta di campagna nello Yorkshire del Conte e della Contessa di Grantham, la serie segue le vite dell’aristocratica famiglia Crawley e dei loro servitori a partire dal 15 aprile 1912, data di affondamento del RMS Titanic. Alla notizia della tragedia, la famiglia Crawley è sconvolta nell’apprendere che il cugino del conte, James Crawley, e suo figlio Patrick, erede della loro proprietà, nonché della cospicua dote della Contessa Cora, sono deceduti nel naufragio. Nuovo beneficiario diventa il giovane Matthew, cugino di terzo grado della famiglia e avvocato a Manchester. I Crawley, soprattutto la Contessa Madre Violet, inorridiscono al pensiero che ad una persona “che lavora” – senza la minima intenzione di adattarsi alla vita aristocratica da loro condotta – spettino i loro interi averi. Sullo sfondo s’intrecciano le vicende della vita dei numerosi domestici.
  3. Penny Dreadful: è una serie televisiva statunitense e britannica di genere horror creata ed interamente scritta da John Logan, trasmessa dall’11 maggio 2014 al 19 giugno 2016 sul canale via cavo Showtime per tre stagioni. Prendendo il nome dalle omonime pubblicazioni del XIX secolo, i penny dreadful, e ispirandosi a La Lega degli Straordinari Gentlemen di Alan Moore, la serie intreccia le origini di personaggi della letteratura horror come Victor Frankenstein, Dorian Gray, Dr. Jekyll, il conte Dracula, licantropi, streghe e vampiri, i quali sono alle prese con la loro alienazione mostruosa nella Londra vittoriana.

  4. Il Trono Di Spade: La serie racconta le avventure di molti personaggi ed è ambientata in un grande mondo immaginario costituito principalmente dal continente Occidentale (Westeros) e da quello Orientale (Essos). Il centro più grande e civilizzato del continente Occidentale è la città capitale Approdo del Re, dove si trova il Trono di Spade dei Sette Regni. La lotta per la conquista del trono porta le più potenti e nobili famiglie del continente a scontrarsi o allearsi tra loro in un contorto gioco di potere, che coinvolge anche l’ultima discendente della dinastia regnante deposta. Gli intrighi politici, economici e religiosi dei nobili lasciano la popolazione nella povertà e nel degrado, mentre il mondo viene minacciato dall’arrivo di un inverno diverso dai precedenti, che risveglia creature leggendarie dimenticate e fa emergere forze oscure e magiche.

  5. Twin Peaks: Una cittadina in cui tutti hanno il sorriso sulle labbra e si possono gustare meravigliose crostate alla ciliegia è sconvolta da un terribile omicidio. David Lynch ha creato una serie surreale che ha fatto la storia della televisione per il modo in cui ha saputo unire atmosfere e toni differenti spiazzando costantemente lo spettatore. La serie è ambientata nella fittizia cittadina montana di Twin Peaks, situata nello Stato di Washington, a cinque miglia dal confine tra Stati Uniti e Canada. L’apparente tranquillità del paesino è turbata dal ritrovamento del cadavere di Laura Palmer, figlia unica del noto avvocato Leland Palmer, nonché una delle ragazze più popolari della città. Le indagini sono affidate alla locale polizia e anche all’agente speciale Dale Cooper dell’FBI e permettono di far affiorare il lato oscuro del luogo e dei suoi abitanti.

SEGUICI SUI SOCIAL FB E INSTAGRAM